Casentino

IL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI

Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna copre un’area di circa 36.000 ha, equamente divisa fra l’Emilia Romagna e la Toscana, comprendente territori delle province di Forlì-Cesena, Arezzo e Firenze. Si estende lungo la dorsale appenninica tosco-romagnola, scendendo ripidamente lungo le vallate parallele del versante romagnolo e in maniera più graduale nel versante toscano, che si presenta con pendii più dolci, fino all’ampio fondovalle formato dall’Arno. Nel versante romagnolo sono compresi territori dei comuni di Bagno di Romagna, Santa Sofia, Premilcuore, Portico-San Benedetto e Tredozio.

Nel versante toscano dei comuni casentinesi di Poppi, Bibbiena, Chiusi della Verna, Pratovecchio, Stia e, infine, di quelli mugellani di San Godenzo e Londa.
Podere Il Corniolino si trova proprio all' interno del Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, circondato perciò da tutte le sue bellezze naturali e faunistiche. Il Parco con i suoi 36000 ettari si può visitare con piacevoli escursioni a piedi, in mountain bike, a cavallo o, in inverno, con gli sci da escursionismo e le ciaspole lungo i circa 600 km della rete sentieristica.

TREKKING, SENTIERI NATURA E TUTTA QUELLO CHE PUO’ OFFRIRE IL PARCO

Oltre ai percorsi trekking più impegnativi sono presenti nel territorio del Parco 9 sentieri Natura, brevi itinerari situati in zone facilmente accessibili che mostrano le particolarità che si incontrano lungo il cammino, e che potrebbero facilmente sfuggire ai visitatori meno attenti o meno preparati. Inoltre a Campigna e Badia Prataglia (a circa 5 km dall'Agriturismo), sono stati allestiti due "SENTIERI PER TUTTI... I SENSI" accessibili a tutti.
Sul territorio sono distribuiti i Centri Visita, importanti strutture di accesso e di orientamento per il visitatore ed alcuni Punti Informazione, inoltre molte aree di sosta attrezzate con tavoli, panche e alcune con fornacelle e fontane di acqua potabile.

Il Parco è contraddistinto da una grande ricchezza di varietà e specie sia di alberi: castagni, abeti, faggi e querce ed in questi boschi di rara bellezza poter ammirare il leggendario cinghiale, il maestoso cervo, senza dimenticare lo scoiattolo, il ghiro, la volpe, la faina, il daino, il capriolo. E poi ancora il barbagianni, il gufo, la ghiandaia, l'allocco e poi ancora... lungo i torrenti dalle acque più veloci si può sorprendere il merlo acquaiolo che si immerge nelle limpide acque alla ricerca di cibo. Ed ancora la rana rossa, la rana italica, la lucertola campestre, la trota regina dei fiumi.

IL SACRO EREMO E IL MONASTERO DI CAMALDOLI

Podere il Corniolino si trova proprio nelle immediate vicinanze (a circa 5 minuti) dal famoso EREMO DI CAMALDOLI, dove si trova anche l'antica farmacia dei Monaci Camaldolesi. Le prime attività curative e farmaceutiche risalgono al 1048. Il SACRO EREMO e MONASTERO DI CAMALDOLI, sono immersi in una millenaria foresta dell'appennino-tosco romagnolo. Uno scenario di straordinaria bellezza che infonde quiete e dilata lo spirito. E' l'immagine della storia e dell'identità spirituale di Camaldoli.

IL CASTELLO DI POPPI

Il castello di Poppi è il monumento principale del Casentino. Al contrario di molti castelli ed architetture medievali della zona non è stato rovinato dal tempo e dagli uomini essendo sempre stato usato come residenza del potere politico o amministrativo locali... Fin dalle sue origini la storia del castello è strettamente legata a quella della più grande famiglia feudale del Casentino che mise Poppi al centro delle sue grandi proprietà ed abitò questo maniero per quasi quattrocento anni: i conti Guidi.
Tra gli ospiti del castello impossibile non citare il “sommo poeta” Dante Alighieri, che in questa residenza fu ospitato nel 1310 per quasi un anno, dove si dice abbia composto il XXXIII canto dell'Inferno della Divina Commedia.

SANTUARIO FRANCESCANO DELLA VERNA

L'Agriturismo Podere il Corniolino si trova a circa 40 minuti di macchina dal SANTUARIO FRANCESCANO DELLA VERNA. Questo è il più famoso dei conventi del Casentino e vero cuore del culto francescano rinomato per essere il luogo dove S. Francesco ricevette le stigmate nel 1224. Si trova a 1128 mt di altezza, è destinazione di molti pellegrinaggi...

IL PRATOMAGNO

Sempre a circa 30 minuti di macchina dall'agriturismo Podere il Corniolino potrete fare delle lunghissime passeggiate in una particolare montagna del Casentino: IL PRATOMAGNO. La parola stessa ci dice da sola la caratteristica di questo luogo: "PRATO MAGNO" un grande e lunghissimo prato che percorre il suo crinale. Nei prati ci pascolano bovini e cavalli allo stato brado mentre le pendici sono coperte da boschi di faggi, castagni, abeti e querce. I monti del Pratomagno si estendono fino a quasi 1600 metri di quota. Il massiccio montuoso è nettamente delimitato ad est, sud ed ovest dal fiume Arno. Il versante ovest della montagna è particolarmente adatto al volo libero, attività praticata nella zona di Reggello e Vallombrosa. Il Pratomagno è meta di cicloamatori ed escursionisti.

STIA E IL TESSUTO DEL CASENTINO

A 25 minuti di auto dal Podere Corniolino potrete anche visitare STIA , un antico borgo con anni di storia alle spalle e la sua famosa Piazza Tanucci. Questo paese ormai da anni è sede della fabbrica del TESSUTO CASENTINO. Tessuto particolare e caratteristico della zona che prende appunto il nome dalla vallata.